LA MIA RICOTTINA CASALINGA


Io la chiamo ricotta, ma non è la solita ricotta che trovi al supermecato, e un piattino semplice semplice e veramente delicato, sostituisce il formaggio e ti da la soddisfazione classica che già conosci del *l'ho fatto io*....
Le dosi che sto per indicare sono per una piccolissima ricottina di circa 200gr., che credo per un assaggio vada già bene..In seguito, potrai aumentare le dosi in base alle tue necessità...

INGREDIENTI:
1 litro di latte intero (più gustoso)
2 cucchiai d'aceto di mele
un pizzico di sale

PROCEDIMENTO:

In una pentola abbastanza capiente metti a bollire il latte con il pizzico di sale, mescola bene in modo da non far formare la panna in superficie fino a che inizia a bollire. Aggiungi l'aceto di mele e continua a mescolare finchè vedi che iniziano a formarsi dei grumini.


 Togli dal fuoco e lascia riposare mescolando di tanto in tanto, per qualche minuto


Con una schiumarola togli la parte superiore lasciando il siero, 
oppure versa il tutto in un colino a maglie fittissime 
e lascia scolare dal siero e intiepidire.

 

Dopodichè, versa in un contenitore e fai raffreddare il tutto. Se hai un cestello da ricotta di quelli recuperati dalle ricottine del supermercato, mettilo dentro il colino e versa tutto li dentro, in modo che resti già la forma.
Lascia raffreddare e........... la tua ricottina casalinga è pronta!!!

 

La prossima volta puoi variare il gusto, aggiungendo, erba cipollina fresca, olive tagliate a piccolissimi pezzi o... scatena la tua fantasia. Naturale, fresca, pronta in un attimo e soprattutto.... genuina.





12 commenti:

  1. Ho visto la tua ricottina da Gajina, la faceva la mia mamma ma con il latte "passato".
    L'ho rifatta l'altro giorno ed è stato il mio splendido pranzo..pieno di ricordi.
    Ciao e buon san Valentino.

    RispondiElimina
  2. Grazie, che bello trovarti qui da me. E' davvero un piacere. Questo formaggio è così veloce e divertente da fare che ormai è entrato nella mia cucina quotidiana. E' davero molto buono. Che vuol dire il latte "passato"? Scusa l'ignoranza..
    Torna presto a trovarmi, bacio.

    RispondiElimina
  3. Ciao Cri, mamma quano tempo è passato...come il latte..passato nel senso non freschissimo, quannd'ero bambina la mamma per non buttarlo via lo faceva bollire ed usiva la ricotta (puina dalle mie parti)

    RispondiElimina
  4. ...umhhhmmmm sembra meravigliosa!!!!
    Corro subito in casa a vedere se ho l'aceto di mele!!!!
    Brava Cri!!!!!

    RispondiElimina
  5. ciao,Cri^;^ mannaggia..avevo scordato di venire a leggere la tua di ricetta..è proprio bella la tua ricotta :))il primo passaggio è diverso dalla ricetta a cui ho attinto io..mi sembra piu' giusta la tua,che il latte lo fa bollire...e poi continuare a mescolare..sulla quella che ho fatto io,consiglia di aggiungere l'aceto o il limone,al primo accenno di bollitura...la prossima volta faro' come suggerisci tu,forse il prodotto risultera' ancora migliore^;^

    RispondiElimina
  6. ciao zucca..è una della prime volte che scrivo nel tuo blog, di solito mi limito a guardare e seguire i tuoi consigli......ho fatto la philadelphia in casa da uno yogurt che mi era venuto male....troppo filamentoso!!.......... questa tua ricetta è bellissima!! la proverò sicuramente non appena avrò un pò di latte a disposizione ..che buonaaaa....
    ciao e a presto!!!

    RispondiElimina
  7. melindaale: ciao piacere di conoscerti, mi fa immenso piacere che tu segua il mio blog, grazie. Ma lo yogurt con il quale hai fatto poi il philadelphia l'hai fatto tu? Intendo, era yogurt home made? Te lo chiedo perchè quello non ho mia provato a farlo, mi piacerebbe sperimentare. Per la ricottina, io la rifaccio spesso, è davvero buona, certo il sapore non è di quella acquistata nei negozi, ma vuoi mettere la soddisfazione?? ^___^ Spero di ritrovarti presto... buona giornata.

    RispondiElimina
  8. ciao zucca... si lo yogurt lo faccio io... prendo un paio di barattoli grandi, divido tra i vasetti uno yogurt a temperatura ambiente, un litro di latte intero a 40°, niente zucchero, niente frutta, niente di niente (quello si aggiunge al momento della merenda :) )....
    copro tutto con una coperta, ci metto una borsa con acqua calda sotto, copro nuovamente con un'altra coperta... e aspetto 8 ore!!
    Facile no?????
    provalo!!
    fammi sapere :)


    p.s.: ieri sera ho fatto la ricotta in casa, ho usato del succo di limone al poste dell'aceto... è buona, ma ho strizzato troppo lo strofinaccio ed è venuta una ricotta asciuttissima... la prossima volta la lascerò scolare da sola.. ma avevo troppa fretta di assaggiarlaa!! ihihih
    la rifarò comunque... :D
    a prestoo!!

    RispondiElimina
  9. mi perdoni???????? mi ero persa questo post porcaaa vacca!! si può dire porca vacca??? si dai.. la vacca lo sa che in fondo in fondo è vacca e anche porca ahahahahah
    vai segnata.. ce provo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perdonata si!! e poi è fatta proprio con quel latte....quello di vacca!! Baci

      Elimina
    2. hahaha e daiiiii!!! ma la vacca è anche suina???

      Elimina
    3. ahahahahahaha e dajeeeee!!!

      Elimina

AVVISO: i commenti anonimi, con link attivi o inattivi DI QUALSIASI GENERE, verranno rimossi.
Non è quindi permesso pubblicizzare blog, raccolte, contest o quant'altro. Se volete invitarmi alle vostre iniziative, andate nella sezione contatti e scrivetemi una e-mail!!
Non assegnatemi premi ne "onorificenze"!!!!
Per questo, aiutatemi collaborando per non farmi sembrare scortese.
Grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...