Bocconcini di soia con porri e carote, uno "spezzatino" tutto veg


Sperimentare, allargare la mente e abituare il palato a  nuovi sapori e consistenze. Ecco quello che sto facendo il questo periodo, "uscire dal bozzolo" nel quale veniamo rinchiusi fin dalla nascita. Sembra strana questa affermazione, perché la vita è libertà, o almeno dovrebbe esserlo, ma se ci si pensa bene, usciamo dalla pancia per entrare in un tunnel, di credenze, di abitudini, di tutto ciò che qualcuno, "più esperto" di noi ci impone. E se proviamo a chiedere, il perché di tali scelte, ci verrà sempre risposto, "perché dicono che...." perché da sempre è così...." una vita scontata per certi versi, senza una vera libertà di scelta.
E così si cresce, e "per esperienza" si trasmette al prossimo tutto il proprio "sapere". Ma chi decide cosa è giusto o sbagliato per noi? Risposta, "nella vita non puoi fare tutto quello che vuoi, a volte ci sono situazioni che non puoi cambiare, ti devi adattare"....... Io sono convinta invece che "niente è impossibile" e che ciò che "accade", o "non accade" nella nostra vita non è mai per caso. Le persone che incontriamo, le situazioni nelle quali ci troviamo, siamo sempre noi a fare una scelta alla fine, in bene o in male. Possiamo scegliere se agire, o lasciarci crogiolare nell'attesa del miracolo (inteso come " speriamo che qualcun'altro risolva il problema per me"). Prendersi le proprie responsabilità degli errori che si commettono ogni giorno è la cosa più difficile che ci viene chiesta dall'Universo e spesso, praticamente sempre, è più comodo delegare le colpe ad altri, sfortuna, destino, addirittura Dio, un Dio creato "dagli" uomini che non ha nulla a che vedere con il Dio che "ha creato" l'uomo e la Terra in cui abita.
L'unica cosa alla quale non c'è soluzione, è la morte fisica, ma se per quella non posso cambiare le cose, per tutto il resto si può provare....
Ogni tanto sento fortemente il bisogno di mettere queste mie riflessioni nero su bianco, sia mai che a qualcuno venga voglia di leggerle e per una volta provare a mettere la testa fuori dal quel tunnel per vedere quanto è bella la luce....

Bocconcini di soia con porri e carote


Ingredienti: per 2 persone
  • 50 gr di bocconcini di soia disidratata Bio (nei negozi Bio o da Auchan)
  • 150 ml di brodo vegetale
  • 1 porro intero
  • 1 carota abbastanza grande
  • qualche bacca di ginepro
  • 1 cucchiaino d'olio extravergine d'oliva
  • 1 foglia di alloro
  • vino bianco

Per preparare il brodo vegetale potete usare il vostro dado fatto in casa o il granulare o ancora  trito per soffritto
Io ho optato per quest'ultimo perché l'ho preparato fresco proprio pochi giorni fa.
Tenete presente che le proporzioni sono: brodo/acqua pari a tre volte il volume della quantità di soia che utilizzerete e una bollitura di 20 minuti. Serve a reidratare il prodotto.
Versate i bocconcini di soia nel brodo bollente e lasciate cuocere a fuoco basso per 20 minuti e fate raffreddare.
Nel frattempo preparate la base dove andrete a cuocere il vostro "spezzatino vegetale".
In una larga padella, se possibile in ceramica, fate appassire il porro tagliato a rondelle sottili con un cucchiaino d'olio e la carota a tocchetti sfumando con il vino bianco.
Strizzate con le mani i bocconcini ormai raffreddati e metteteli in padella con le verdure, le bacche di ginepro e la foglia di alloro, fate insaporire bene e cuocere per circa 30 minuti a fuoco lento aggiungendo, man mano che lo richiede, qualche mestolo d'acqua calda fino a cottura. Fate asciugare e regolate di sale solo verso fine cottura.

La consistenza di questi bocconcini è molto simile al seitan, quindi piuttosto spugnosa ma non gommosa, e proprio come con il seitan, potete sbizzarrirvi in diverse ricette. Aggiungete a vostro gusto anche patate a tocchetti, peperoncino o quello che vi suggerisce la fantasia, evitando carne e derivati. Non aspettatevi di sentire sotto i denti la consistenza di un bocconcino di carne, anche se l'aspetto lo ricorda molto, perché non ha  nulla a che vedere. 
E' un piatto tutto vegetale, sano e nutriente, e visto che ha gradito il giudice severissimo di casa, mi sento di consigliarlo un po' a tutti, tranne a chi parte prevenuto davanti a ciò che sconfina dalle proprie radicate abitudini, alimentari o meno.


Buon Appetito

32 commenti:

  1. aspetto magnifico, ma ho provato una volta perchè fa molto bene, ma non riesco a farmi piacere il gusto =(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il gusto devi darglielo nel preprare il piatto, scegli sapori che ti piacciono e che usi spesso in altre ricette ;)

      Elimina
  2. hai ragione! devo proprio provare!

    RispondiElimina
  3. Come sempre, tu brilli. E non solo in cucina, ma proprio lì dentro :) solo guardando oltre le patine e le comuni convinzioni si vive in modo pieno. Ri-bungiorno, Cri mia! :)abbraccio fortissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie bella stella, ri-buongiorno a te :) bacio

      Elimina
  4. Ciao Cri :) Mi ritrovo molto in quello che dici, sto facendo un grande lavoro su me stessa, da tempo, per diventare più consapevole e prendermi le mie responsabilità... ciò che accade non è colpa nostra ma è nostra responsabilità... difficile da capire e da accettare ma è così... è semplice delegare, dare la colpa agli altri... molto più difficile prendersi la responsabilità, prendere la propria vita in mano e cercare di cambiare, migliorare... perché si può, come giustamente dici tu... basta mettere la testolina fuori dal tunnel per vedere la luce, buttarsi, mettersi in gioco, provare, sperimentare... giocare al gioco della vita, insomma :) Grazie per questo bel post :) Mi piacciono questi bocconcini, devono essere saporiti, da provare! :) Un abbraccio, buona giornata :) :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te per aver centrato il punto esatto del post.
      Buona giornata Vale, baci.

      Elimina
  5. interessante! un altro prodotto nuovo in lista da provare, non sai come sono contenta di quanto si sta facendo variata la mia alimentazione...mi immagino già la mia versione preferita con patate, piselli freschi e paprika abbondante..mmm...
    e condivido tantissimo le tue parole, il concetto di vera libertà credo sia più mentale e interiore, la libertà sta nei nostri pensieri più che nelle reali catene esterne..non condizionarsi dai vincoli culturali e pensare più 'è possibile' al posto di 'troppo duro, non ce la farei mai, ecc'..
    e non avrà la consistenza della carne ma l'occhio lo appaga eccome!!!! baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava Claudietta, sta proprio li la vera libertà ;)
      Fammi sapere se li provi, baci.

      Elimina
  6. Mamma mia che riflessioni oggi!!! ma mis ento di approvare in todos ciò che hai scritto.. anche se a volte... forse nel mio caso troppe volte.. fatico a metetrle in rpatica perchè legata a troppi schemi mentali.. Ma.. non culinari!! In questo campo mi piace cambiare.. sperimentare nuovi sapori.. ahimè son sola a farlo.. ma mi sa che sti bocconcini provo a comprarli e a cucinarli per me!!!! Mi incuriosiscono.. sembra spezzatino di vitella!!! baciotti

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Potrei sapere quale evento ha scatento le tue riflessioni?
    Quindi tu credi che l'uomo si crei un Dio che non abbia niente a che fare con quello reale?in che senso esattamente?
    Comunque hai ragione, prendersi la responsabilità delle proprie colpe è molto difficile.Anche a me ogni tanto viene voglia di scrivere le mie riflessioni on line ma poi mi dico ''il mio è un blog di cucina alla gente che gliene frega?'' oppure ''e se poi lo legge qualche mio conoscente?'' e la cosa è abbastanza seccante perchè mi sento un pò le mani legate, eppure di cose da dire ne avrei. Certi blog sono estremamente noiosi, parlano per 20 righe del tempo e altre cose che lo giuro, sono sicura, a nessuno gliene frega niente...invece quando leggo pensieri veri, scritti non tanto per parlare, mi piace sempre soffermarmici.
    Detto questo....ero venuta per sapere se hai una ricetta della carbonara fatta per bene....perchè sembrerà una cacchiata ma a me non viene bene. E non so perchè...premetto che non mi piace quindi non la faccio mai, ma al mio ragazzo si e le ultime volte l'ho fatta per lui e il risultato non va bene. E mi secca molto essere ''battuta'' in cucina su una cosa che dovrebbe essere facile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, non è un unico evento che scatena delle riflessioni del genere, ma una lunga serie di cose testate sulla propria pelle.
      Qual'è per te il Dio "reale"? Credi davvero che tutto ciò che accade ci arrivi come un dardo dal cielo? Non c'è cattiveria ne punizione nell'Universo. L'uomo ha creato nei millenni un Dio che punisce "se non ti comporti bene", un Dio che premia "se sarai buona", qualcuno su cui scaricare le proprie insicurezze, i propri sbagli e soprattutto per liberarsi la coscienza dalla propria cattiveria e intolleranza verso il prossimo inclusa ogni sua scelta. Io credo in un'energia immensa che tutto crea, quello è il mio Dio. E' un discorso talmente lungo e profondo che non bastano due righe battute su una tastiera.
      Dovresti scrivere i tuoi pensieri, a volte buttare nero su bianco fa riflettere non solo chi legge (e poco importa chi non lo farà) ma anche chi scrive.
      Io non voglio credere che qualcuno, amico o conoscente che sia, mi giudichi e mi ami se mangio carne o verdura, se sono cristiana o atea, se mi piace il blu invece che il rosso, se sono grassa invece che magra.... Chi ti giudica per tutte queste cose ha una grande povertà d'animo, e sinceramente non ho mai avuto bisogno delle conferme altrui per sentirmi bene e vivere in pace con i miei pensieri e le mie scelte. Grazie per aver scelto di leggere ciò che ho scritto in questo post. Può essere fastidioso per qualcuno (ma è un problema loro) o illuminante per altri. Siamo nell'era di internet e ancora crediamo a Babbo Natale. Sai qual'è la mia frase preferita?
      Una menzogna non diventa realtà solo perchè tutto il mondo ci crede! ^__^
      Per la carbonara invece, problema molto più leggero e risolvibile, dovrei chiederti come la fai? Ci sono tante versioni in giro, la mia è semplicissima e nemmeno proprio originale, visto che non uso il guanciale ma la panectta affumicata a cubetti, eccola
      Spaghetti alla carbonara
      Ma potresti anche tendergli un tranello, e visto il tema del post di oggi, uscire dal solito schema. Ti lascio anche un'altra ricetta molto interessante ;)
      Gnocchi aromatici alla finta carbonara
      Fammi sapere....

      Grazie ancora di cuore per esserti interessata al tema scottante.
      Un abbraccio

      Elimina
    2. Grazie zucca portentosa.Poi ti devo parlare di alcune cose che non sopporto più della blogpera.

      Elimina
    3. Volentieri, quando vuoi ;)
      La mia e-mail è nei contatti, un abbraccio bella gioia, felice giornata

      Elimina
  9. mi vergogno a dirlo ma ahimè mi tocca...non ho mai assaggiato la soia!!!!! devo rimediare!!! un bacionissimo

    RispondiElimina
  10. Ciao, neppure noi abbiamo mai assaggiato la soia, ma questo trio di ingredienti delicati come idea per lo spezzatino ci piace moltissimo!
    baci baci

    RispondiElimina
  11. io non so neppure che sapore ha, quindi dall'aspetto meraviglioso non so dirti altro.
    Penso che ogni uno è libero di scegliere cosa mangiare, l'importante che non rompa a nessuno.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino tu intenda, basta che le proprie scelte non vengano imposte ad altri, proprio come il contrario. Ecco perchè ho scelto di condividere i miei pensieri pubblicamente dove ognuno è libero di "scegliere", ed ecco perchè nel mio blog continueranno ad esserci anche ricette di carne, perchè in fondo la cucina non è cambiata, è solo più "attenta" e aperta a tutto. Spero di aver interpretato correttamente il tuo pensiero.
      Baci a te.

      Elimina
  12. Io sono aperta ai nuovi sapori, mi incuriosiscono! Questi bocconcini però non li ho mai provati e se li trovo ora so come cucinarli.
    Baci.

    RispondiElimina
  13. Quanto sono vere le tue parole! Hai fatto bene a condividerle, inducono a riflettere. Hai un animo bello e profondo, ti abbraccio! ps:complimenti per il gustosissimo piatto proposto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franci, sono contenta che la mia vera essenza traspaia anche attraverso argomenti così difficili da trattare, c'è molta reticenza in giro ad essere tolleranti verso il prossimo e ciò che decide di farne della propria vita.
      Un abbraccio a te.

      Elimina
  14. Riflessioni molto molto personali che condivido anche io....e credo che metterle per iscritto faccia bene, in modo da poterle rileggere spesso!!! Baci baci
    P.S. Io oggi ho fatto scorta di bocconcini di soia!! Ricordiamoci di ringraziare Ely!! ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaha vero, è stata lei l'istigatrice!! Sono contenta di averli provati, anch'io ho fatto scorta, non so perchè ma sapevo che mi sarebbero piaciuti. Ora voglio sbizarrirmmi in altre ricette, non vedo l'ora di provare il suo ragù.
      Baci.

      Elimina
  15. interessante questo spezzatino veg, gustoso e salutare. bravissima

    RispondiElimina
  16. fanno una gola questi bocconcini!!!! che bontà!!

    RispondiElimina
  17. beh come la penso lo sai... parliamo molto io e te.... per quanto riguarda la parte culinaria come già ti ho detto amo sperimentare tutto senza riserve gusti permettendo...questo sembra un vero spezzatino di carne..che dire.. esci dal bozzolo che noi siamo qui ad ammirare :D

    RispondiElimina
  18. perchè relegare la soia solo per ricette vegan? ha un sapore buono e fa bene spesso l'alterno alla carne e quasi in famiglia non se ne accorgono. brava

    RispondiElimina
  19. Non ho capito perché mi ero persa questa preparazione :)
    Sai quanto io condivida il tuo pensiero Cri e sai anche quanto io sia affezionata a te proprio perché dimostri di essere curiosa, intelligente e "diversa" perché mostri rispetto e voglia di provare a "cambiare" le cose in tavola... Anche se certe abitudini ormai radicate sono dure a morire e a stravolgerle :D
    Lo spezzatino è fantastico, insaporito dal tuo brodo e addolcito dalla carote e dal porro *_* una delizia unica!!! E poi è anche bello da vedere, meglio di così!
    MI fa davvero piacere leggere le tue riflessioni e mi fa ancora più piacere sapere che tu le voglia condividere con altre blogger che ti seguono che non conoscono la cucina vegetale!!!

    Grazie due volte e continua così!!!!

    <3

    RispondiElimina
  20. Quanto è vero: i "si dice che" o i "si è sempre fatto così" condizionano le nostre vite e determinano le nostre convinzioni che con il tempo diventano proprio difficili da cambiare perché hai sempre fatto così e quindi credi sia giusto ...
    Il tuo spezzatino è meraviglioso con tutti i sapori che io uso per il ragù di soia, quindi è sicuramente buonissimo! ^_*

    RispondiElimina

AVVISO: i commenti anonimi, con link attivi o inattivi DI QUALSIASI GENERE, verranno rimossi.
Non è quindi permesso pubblicizzare blog, raccolte, contest o quant'altro. Se volete invitarmi alle vostre iniziative, andate nella sezione contatti e scrivetemi una e-mail!!
Non assegnatemi premi ne "onorificenze"!!!!
Per questo, aiutatemi collaborando per non farmi sembrare scortese.
Grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...