Ravioli cinesi al vapore


E qui ci sarebbe una lunga storia da raccontare, ma sarò buona e ve la farò breve, perchè se siete come me, le papele troppo lunghe vi annoiano a morte, giusto per stare in tema del periodo.
A meno che, il racconto non sia bello vivo ed elettrizzante, allora scorre via in un attimo e ci si ritrova dritte dritte alla ricetta senza nemmeno accorgersene. Io preferisco perdermi un po' di più a spiegarvi la ricetta stessa comprese tutte le difficoltà che ho incontrato, che non dirvi quanto ieri mi faceva male la cervicale o il nervo sciatico.
Ognuna ha i propri acciacchi e/o pensieri, ognuno decide o meno di renderli pubblici, io in questo blog "di cucina" vi parlerò "di cucina", se avrò bisogno di sfogare le mie depressioni e condividerle con tutto il web, cliccherò su "nuovo blog" aprendo uno spazio pieno di fazzoletti per asciugarci insieme le lacrime.
Non vuole essere monito per nessuno, sia chiaro che ognuno del proprio blog decide cosa farne, è solo un MIO pensiero che ho voluto condividere con tutti voi e con chi pensa che se una non batte sulla tastiera tutti i suoi problemi, significa che non ne ha. A volte è proprio il contrario........
Primo e unico neo di questo piatto, la mia paura di fare la pasta tropppo sottile che di aprisse in cottura, e grazie a questo, il risultato è stato l'opposto, un po' troppo spessa. Non ho incontrato altre difficoltà, se non il fatto di resistere a mangiarne troppi. Ho scelto un ripieno di sole verdure, uno spunto preso dalla mia biblioteca personale e per le dosi della pasta ho fatto riferimento alla ricetta dei ravioli di carne cinesi di Erica. Come per tutte, anche di questa ricetta ne è piena la rete, un bellissimo passo passo lo trovate qui nel blog di elly.
Ma provo ad illustrarvi il mio primo esperimento, che come potete vedere è andato proprio a buon fine.
Vi serviranno uno o due cestelli per la cottura al vapore, l'ideale sarebbero quelli in bambù ma sono perfetti anche quelli in acciaio come vedrete nelle foto. Io ho fatto uso di due cestelli, questi per la precisione, per non sovrapporre i ravioli e dar loro modo di cuocere in modo più uniforme, quindi ho usato il metodo "a castello". Per rivestire il fondo dei cestelli avrei dovuto usare alcune foglie di cavolo, ma non avendone tenute da parte (errore) sono ricorsa alla soluzione d'emergenza. Avevo fortunatamente in frigo un cespo di insalata iceberg che come forma è molto simile al cavolo cappuccio, quindi ho staccato le foglie più esterne e larghe e ho rivestito il fondo dei cestelli.
Fffiiuuuuu, salvata in corner!!!!
Ma vediamo con calma tutti i passaggi, anche fotografati.

Ravioli cinesi al vapore


Ingredienti: per circa 25 ravioli (con la pasta più sottile anche di più, fate riferimento alla ricetta di Erica)

per la pasta:
  • 300 gr di farina 00
  • 150 ml di acqua caldissima
    (la dose di acqua può variare leggermente in base alla farina, ma per me è stata sufficiente)
per il ripieno di verdure:
  • 200 gr di cavolo cappuccio (pesato cotto)
  • 100 gr di carote (pesate pulite)
  • 30 gr di cipollotto
Preparate intanto il ripieno facendo cuocere il cavolo cappuccio affettato sottilissimo, in padella con poco olio, sale e acqua. Quando risulterà morbido, lasciate asciugare tutta l'acqua e spegnete la fiamma. Tritate finemente il cipollotto e le carote e lasciate un attimo da parte.

Preparate ora l'impasto:
In una ciotola versate la farina e a filo l'acqua caldissima. Mescolate inizialmente con una forchetta poi proseguite l'impasto con le mani fino ad ottenere una consistenza liscia ed omogenea. Formate una palla e fate riposare almeno 15 minuti.

Ne frattempo, fate stufare in una larga padella con un filo d'olio, le verdure tritate finemente, cavolo carote e cipollotto, sfumando con salsa di soia. Aggiuste di sale, spegnete e lasciate intiepidire.

Riprendete l'impasto, staccatene man mano delle piccole porzioni, appiattitele con il palmo della mano e con un mattarello stendetele in un cerchietto sottile. Fate questa operazione fino a terminare l'impasto.
Disponete ogni cerchietto sul raviolatore, mette al centro un cucchiaino di ripieno di verdure, chiudete pressando bene, in modo che il bordo si sigilli e non permetta al ripienbo di fuoriuscire in cottura. Proseguite fino a terminare tutti i ravioli. 














 

Mettete sul fuoco una pentola d'acqua con il coperchio e portatela a bollore. 
Intanto rivestite i cestelli con le foglie di cavolo, o di iceberg se come me siete ricorse alla soluzione d'emergenza, e diponete i ravioli senza sovrapporli.





Appena l'acqua bolle, appoggiate i cestelli a castello, 
chiudete con il coperchio e lasciate cuocete per circa 25-30 minuti.





Impiattate e condite con salsa di soia


Ricapitolando: 
  1. stendete la pasta sottile
  2. non sovrapponete i ravioli in cottura
  3. se avanza del ripieno potete usarlo come una sorta di soffritto per altre pietanze
  4. potete scegliere il ripieno, carne, gamberi, verdure...
e in ultimo.... non abbiate paura di provare, è divertente e soprattutto i risultati delle preparazioni homemade ripagano di ogni fatica o timore. E se non va la prima volta, andrà meglio la seconda!!!! 
Buon Appetito
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...