INSALATA DI POLLO CON FUNGHI E ZUCCHINE



Un piatto unico, adatto a questa calda stagione che tanto si è fatta attendere, ma che ora finalmente ci regala splendide giornate di sole.. Un' insalata completa  che comprende un secondo e un contorno, da gustare sotto l'ombrellone o nel fresco della nostra cucina

Ingredienti:

petto di pollo
vino bianco
sale
aglio
zucchine
una confezione di funghi misti surgelati
prosciutto cotto tagliato non troppo sottile
mais
soia gialla lessata (che potete sostituire con fagioli cannellini in scatola)

Preparazione:

Scottate le fette di prosciutto sulla piastra, e tagliatele a striscioline. Mettete da parte a freddare. In una padella cuocete le zucchine con olio e aglio, salando a piacere. Tenete anche queste da parte a freddare. Cuocete il petto di pollo tagliato a pezzetti in una padella con olio, aglio sale e vino bianco e una volta cotto mettetelo da parte in un piatto. Nella stessa padella fate cuocere i funghi ancora surgelati con un goccio di vino bianco e a cottura, prima che si asciughino troppo, aggiungete il petto di pollo tenuto da parte facendogli prendere sapore. Una volta cotto lasciate intiepidire. A questo punto trasferite tutto in una ciotola, aggiungete mais, zucchine, la soia gialla precedentemente lessata in acqua salata e un cucchiaio o due di pesto di radicchio verde. Amalgamate bene tutti gli ingredienti, aggiustate di sale e finite di condire con olio a filo.


 BUON APPETITO

RISOTTO AL PESTO DI RADICCHIO E GORGONZOLA PICCANTE


Eccomi qui, dopo aver sistemato nome e cappellino al mio blog, aver inserito una nuova chat e rivolto i dovuti ringraziamenti a chi di dovere, ritorno ai fornelli a postarvi una ricetta che da tempo scalpitava per uscire dal "depositoricettedapostare".
Primo piatto di riso, con un condimento tutto verde. Questa volta ho usato il gorgonzola piccante che lo ha reso ancora più saporito. Il pesto home made, è uscito dal congelatore abbandonando il resto della scorta preparata quest'inverno, e per il brodo, dado vegetale..... naturalmente anche lui sempre home made.

Ingredienti:

riso
2 spicchi d'aglio
olio
mezzo bicchiere di vino bianco
gorgonzola piccante

Procedimento:

Mettete in una padella un filo d'olio e 2 picchi d'aglio che farete leggermente rosolare. 
Aggiungete il riso e fatelo tostare. 
A questo punto unite il vino bianco e fatelo evaporare. 
Una volta sfumato tutto il vino, aggiungete il brodo un mestolo alla volta 
fino a cottura quasi completata. 
A qualche minuto dalla fine, aggiungete il gorgonzola tagliato a pezzetti 
e un cucchiaio abbondante di pesto di radicchio verde. 
Spegnete e fate mantecare.


Servite caldo con un filo d'olio e a piacere del parmigiano grattugiato.


BUON APPETITO

Polpette di pollo al latte



Oggi spolpettiamo!! Tempo fa mi ero ripromessa di cambiare faccia al solito petto di pollo, ma poi cadevo sempre sullo stesso piatto. Ieri mi sono decisa.. abracadabra lo trasformo in.... polpetta! In questa ricetta come in tutte le mie del resto, è previsto l'uso del sale profumato agli aromi e se ancora non vi siete fatte la scorta, meglio vi sbrighiate perchè vi sarà utilissimo anche nelle paste fredde, insalate di riso, pomodori, insalate miste..... dappertutto. Apro una parentesi che non c'entra nulla con la ricetta. Voglio rivoltare anche il blog, cambiargli nome, l'abitino no, quello mi piace sempre parecchio... perciò, se mi vedrete sparire dai vostri aggiornamenti (sempre che abbiate avuto la pessima idea di aggiungermi ai vostri blog preferiti) non è colpa del vostro pc o di Blogger, anche se ogni tanto pure loro ci fanno prendere il coccolone....  la colpa sarà da attribuirsi solo alla sottoscritta! Che sia la volta buona che mi autodistruggo???  
E' l'unico modo per liberarvi di me... forever!! 
Fatta questa premessa, che non  frega niente a nessuno... passo alla descrizione delle mie polpette...... Scommetto che questo si che è un argomento interessante  =__^  vero???
Vi auguro una buona giornata...


Ingredienti:

380 gr di petto di pollo (pesato cotto e tritato)
150 gr di ricotta fresca
2 uova piccole
40 gr di parmigiano grattugiato
2 manciate di purè in polvere
latte di soia
vino bianco
prezzemolo fresco tritato
pangrattato
olio profumato all'aglio (più facoltativo qualche spicchio piccolo)

Procedimento:

In una larga padella mettete l'olio all'aglio
io ho aggiunto anche qualche piccolo spicchio 
di quelli in macerazione nell'olio
il petto di pollo tagliato a bocconcini e il sale profumato. 
Bagnate con il vino bianco portate a cottura. 
Lasciate intiepidire 
poi mettete nel mixer tritando tutto finemente.


 Trasferite in una ciotola
aggiungete le uova, la ricotta, il parmigiano, il prezzemolo fresco tritato, 
il purè in polvere 
e aggiustate di sale 
(sempre quello aromatico).


Mescolate bene amalgamando tutti gli ingredienti 
e aggiungete qualche cucchiaio di latte 
portando il composto alla consistenza che desisderate 
più morbido aggiungendo latte, più compatto aggiungendo purè in polvere. 
Con un cucchiaio prelevare una piccola quantità di composto 
e formate le polpette. 
Disponetele in una padella larga, bagnate a filo con olio 
e fatele leggermente dorare da ambo le parti. 
Aggiungete il latte 
e fate cuocere per circa 5-6 minuti fichè non lo avranno assorbito tutto.


 Spegnete 
e molto delicatamente trasferite le polpette in un solo strato 
in una pirofila leggermente unta d'olio. 


Mettete in forno a 180°C ventilato a mezza altezza per circa mezz'ora 
o per lo meno, fino alla doratura.


Servite calde o tiepide.


BUON APPETITO

Tortine di ricotta e pancetta affumicata



Veloce veloce, un antipasto o secondo piatto, scegliete voi. Io vi passo gli ingredienti e il procedimento poi la collocazione nel vostro menù la decidete voi... Non vi faccio perdere altro tempo, vi sembra strano? A me di più, ma oggi non ho veramente tempo e passo di qui volandooooo.... 
Buona serata a tutte!! A domani! 
Ciaciaooooooooooooooo...

Ingredienti:

200 gr di ricotta
100 gr di farina
50 gr di pancetta affumicata a cubetti
30 gr di parmigiano grattugiato
qualche cucchiaio di latte (io ho usato latte di soia)
sale 
pepe
e..... ancora un pochino di parmigiano grattugiato

Procedimento:

  
In una ciotola lavorate la ricotta con farina, sale, pepe e qualche cucchiaio di latte. 
Mescolate amalgamando bene fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo
leggermente appiccicoso.
 Unite la pancetta e i 30 gr di parmigiano grattugiato.


Mescolate bene per amalgamare il tutto. 
Imburrate ora una teglia per pizzette e distribuite il composto negli scomparti, 
livellando bene con il dorso di un cucchiaio bagnato d'acqua. 
Spolverizzate la superficie di ogni tortina con altro parmigiano 
e infornate a 200°C preriscaldato statico.


Fate cuocere per circa 15 minuti controllando il grado di cottura dal vetro 
senza aprire la porta del forno. Sfornate quando saranno belle dorate.


 Gustatele tiepide.


 BUON APPETITO

DATTERINI ALLA PIZZAIOLA




Ebbene si, purtroppo ci risiamo con il forno, ma vi dirò che non mi è affatto dispiaciuto accenderlo in questo weekend, anzi ne ho approfittato per provare alcune ricette che avevo trascritto su fogli volanti e che giravano dal tavolo della cucina a quello del soggiorno, dal divano alla poltrona...insomma ero proprio decisa a provarle e per non fargli fare la fine di tante altre tipo, questa la provo domani, poi ne vedi un'altra e, no, domani faccio questa, tanto ho tutto in casa e così via...alla fine mi ritrovo sempre a non fare ne una ne l'altra. Perciò ultimamente ho adottato il metodo cozza, e cioè che quando trovo un piatto che voglio provare a breve, lo trascrivo a grandi linee su di un foglietto e poi me lo porto dietro appiccicato ovunque per casa... si si, proprio ovunque... L'altra mattina mi sono svegliata con qualcosa che m'infastiva in fondo ai piedi, alzate le lenzuola ho trovato un post-it attaccato al fondo del pigiama, si dormo ancora con il pigiama, e pure a gamba lunga...povero marito mio.. Ma non è colpa mia se continua a fare freddo!!!! Dai, forza... ora voglio sapere chi ha avuto caldo in questo fine settimana..... Attente a quello che dite perchè rischiate il trasferimento di massa a casa vostra!! Io per evitare di lamentarmi del freddo, come una vecchia e malconcia signora piena di acciacchi ho acceso il forno e ho tenuto compagnia per tutto il giorno, al mio grande amore, Carol è stata felicissima che abbiamo passato tanto tempo insieme..... ah, ma forse non ve l'ho mai presentata come si deve. Signore care..... vi presento ufficialmente Carol.... la mia cucina. Saluta Carol, queste sono le mie amiche.....
E le vostre? Ce l'hanno un nome?

Ingredienti:

pomodori datterini di Puglia
olio
sale
pepe
capperi
origano
basilico fresco
erba cipollina
pane grattugiato

Procedimento:

Lavate i pomodorini e disponeteli su di un canovaccio ad asciugare


con un coltello affilato, togliete loro la parte iniziale, tagliandoli quindi nel senso della lunghezza.
Disponeteli su una teglia rivestita con carta forno bagnata e strizzata.


 Condite ora con sale, pepe, capperi e origano.


Bagnate a filo con l'olio e spolverizzate con una manciata di pane grattugiato.


Infornate a 180° ventilato per circa 15 minuti. 


Spegnete e guarnite con ciuffetti di basilico fresco e
erba cipollina

BUON APPETITO

FAGOTTINI ALLA NUTELLA


Allora è deciso.... no, non da me. L'hanno detto in televisione, weekend.... da "pavura", temperature giù in picchiata e piogge. E che disastro!!!!!!! Poi da lunedì, su i costumi da bagno (per chi ha coraggio), e via al mare che scoppia finalmente l'estate!!

FROLLE RIPIENE


Accendete il forno a 175°C..... come non se ne parla proprio? Dovete essere solidali con me fino in fondo e visto che io ho un marito che non può fare a meno del dolcetto e ama soprattutto quelli da forno, armatevi di asciugamano intorno al collo, costume da bagno, infradito e accendete il forno...... Ma dai che oggi fa pure piacere, sono di nuovo precipitate le temperature. Per me è tornato l'inverno, non mi vergogno a dirlo ma  al mare, verso le 18 quando tutti si addormentano sui lettini perchè la temperatura inizia ad essere "appena" sopportabile, inizio a rovistare nella borsa alla ricerca della maglietta perchè ho i brividi a fior di pelle. Per me la doccia deve minimo, come dice mio marito, "pelare i maiali"... Detto questo, potete capire perchè oggi ho rispolverato la tuta a maniche lunghe e un paio di calzini di cotone. Io non so da voi ma qui il sole pare abbia deciso di scioperare per oggi. Quindi non sarà così terribile preparare queste frolle. Dopodichè, potete rinfrescarvi aprendo il frigorifero, eh si perchè è proprio li  che le dovrete conservare...

BRACIOLATA PER DUE... al sale profumato

 

Oggi vi propongo un secondo piatto a base di carne, i secondi non sono il mio forte, ma quando si parla di carne alla brace o alla piastra, via da sotto che arrivo in un lampo. Il fuoco del barbecue non si capisce perchè, nonostante il caldo estivo, è sempre ben accetto da tutti. Le serate d'estate con gli amici e il fumo profumato della carne sul fuoco. Ma quando questa voglia  prende in una sera qualunque, quando si è in due, quando fuori piove e per un attimo dimentichi di essere a giugno inoltratissimo, che fai? Ti tieni la voglia? Sia mai!!! E allora rimediamo..... fuori la piastra, si quella che sta in alto nello scaffale dello sgabuzzino, quella in ghisa, che pesa come non so che, e che ti fa venire una rabbia a volte, perchè se non la scaldi abbastanza il cibo si attacca e poi sono cavoli a pulirla. Beh, poche storie, fuori la piastra e accendete i fornelli, ricreiamo in casa un angolo di atmosfera delle calde serate d'estate passate a grigliare all'aperto e in un attimo il profumo della braciolata in piastra avvolgerà la nostra casa...

Ingredienti:

2 braciole di maiale
un rametto di rosmarino
un rametto di maggiorana
un ottimo olio d'oliva

Procedimento:

Mettete a "profumare la carne" qualche ora prima in un piatto fondo con olio, aglio, rosmarino e maggiorana e tenetela in frigorifero fino al momento di cuocerla, Non aggiungete il sale!!!!

 

Fate infuocare per bene la piastra di ghisa 
e solo quando sarà caldissima
prendete la carne dal frigo e appoggiatevela sopra.

 

Lasciate qualche minuto 
poi giratela e passatela più volte con il rametto di rosmarino. 
Fate questa operazione fino a cottura

 

Il tempo, varia in base ai vostri gusti, 
se la preferite al sangue tenetela sul fuoco per pochissimi minuti. 
Solo a cottura ultimata, mettete nei piatti e aggiungete il sale profumato.
Servite con un contorno fresco, 
vista la stagione, una bella insalata magari......

BUON APPETITO


Con questo piatto partecipo al contest 








RISOTTO GORGONZOLA E OLIVE NERE



Che sono amante del riso in tutte le sue forme ormai è risaputo, questo piatto è uno dei miei preferiti, anche se non riesco a fare una classifica precisa, ogni volta che mi viene in mente una versione di quelle che ho provato dico sempre la stessa cosa...."questo è quello che preferisco"....perciò in questo giudizio non sono affidabile.

CESTINI DI MELE E NUTELLA


Dopo il trauma dello stracchino di ieri oggi facciamo un dolcetto, vi va? Ma certo che vi va, care golosone.

Lo stracchino homemade


Come mi piace questa stagione, pochi vestiti addosso che ci evitano l'effetto omino Michelin, ma aveva un nome questo omino? Mai saputo.. E in cucina? Piatti freeeeschissimi, come quello che vi vado a postare oggi. Uno stracchino deliziosamente morbido, poi già il fatto che sia preparato in casa con le nostre manine, lo rende ancora più speciale ...

LA SIGNORA BRUSCHETTA....con datterini di Puglia


Buon pomeriggio, oggi sarò breve, anzi brevissima!! Quella che sto per postarvi non può definirsi ricetta, ma vera e propria libidine... si.

RUSTICHELLE D'INSALATA


Un altro post con ingredienti di recupero, presi al volo prima che potessero lanciarsi nel secchio della spazzatura da soli. Ho riletto i miei ultimi post, e devo dire che ho trovato poco di me, della mia allegria, del mio fare coraggio a chi spesso ha momenti no, della mia autoironia, insomma, di tuto quello che amo di me. In questo periodo usciva la parte di me che da anni avevo seppellito, avevo deciso che nessuno mi avrebbe mai più fatto toccare il fondo, ma probabilmente non avevo scavato una fossa abbastanza profonda, poi metici il tempo che non si decideva a sistemarsi, la salute delle persone che ami....... eh si, decisamente tutto fa, e nessuno è tanto supereroe da non cascare mai, soprattutto io. Io che amo ridere fino alle lacrime ma che le lascio scendere anche per una bella emozione, io che non voglio l'aiuto di nessuno quando sto male, ma il cuore mi scoppia di gioia quando qualcuno si preoccupa per me, io che mi prendo sempre in giro, perchè fa meno male di quando lo fanno gli altri.... ho scoperto di essere umana, oddio... la maggior parte delle volte non c'è da vantarsene.. a proposito, avete visto Avatar? E' stata una delle cose che mi ha risollevata in questi giorni, mi sono sentita a casa...ma nooo, non sono un'indigena (ma quanto mi piacerebbe), è solo che mi sono sentita vicina, tanto vicina a quel popolo... va beh, non ve lo racconto altrimenti chi ancora non l'ha visto e ha in programma di farlo mi fulmina via web. Ve lo consiglio, ma non guardate solo gli effetti speciali (bellissimi), entrate dentro il film, non gurdatelo, "vedetelo"..... Ora che sono tornata con i miei discorsi che arrivano da altri mondi, vi pentirete di avermi voluta ancora qui. Ma come potrei stare senza di voi?? In questi giorni mi è mancato tanto sentire il vostro "contatto virtuale".. Sono felice di essere di nuovo me stessa e prego l'Universo perchè mi faccia il dono di "vedere" le cose meravigliose che mi sono persa in questo periodo.... Intanto per riconciliarmi con la mia cucina e mettere una toppa all'insalata che avevo abbandonato in fondo al frigo, ho messo in moto la mia macchina più preziosa....il cervello!!! E pensa e ripensa... trattare la natura a pesci in faccia, solo perchè la mia testa ha avuto un piccolo blocco, non se ne parlava nemmeno. L'ho vista crescere questa insalata, mi gurdava in faccia ogni giorno quando passavo davanti all'orto a testa bassa, sembrava dirmi..."" guardami..guardami... lo vedi come cresco ogni giorno, nonostante la pioggia e l'estate che non arriva? Me ne sto qui fuori al freddo e sotto l'acqua giorno e notte... mica mi lamento come fai tu??"" Ecco, questo sembrava volermi dire e io ora che dovevo fare? Buttarla nella spazzatura? Niente affatto.... siamo arrivate ad un compromesso.... Lei continuerà a crescere, nonostante le intemperie............e io pure!!!

Ingredienti: 

insalata  (un cespo grande) lessata qualche minuto in acqua salata
2 wurstel grandi
3 uova intere
sale profumato
3 cucchiai di farina di riso
ricotta di pecora (stagionata) grattugiata
emmenthal tagliato a tocchetti
olio (poche gocce)
pane grattugiato e burro per "impanare" gli stampini (io ho usato quelli per i muffin)

Procedimento:

Imburrate e "impanate" gli stampini.


tagliate l'insalata lessata in precedenza con un grosso coltello,
e i wurtsel a tocchetti


In una terrina di vetro mescolate tutti gli ingredienti


Distribuite con un cucchiaio un po' di composto in ogni stampino
e mettete sulla superficie qualche tocchetto di emmental


Bagnate con qualche goccia d'olio d'oliva
e infornate a 180°C preriscaldato, ventilato a mezza altezza
per circa 20 minuti


Sfornate quando sono belle dorate


Lasciatele intiepidire prima di gustarle



BUON APPETITO
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...